Storia Patria Alpini e Carabinieri
al servizio dell’Italia
Logo A.N.C. Logo A.N.A.

A.N.C. - Sezione di Savona
A.N.A. - Sezione di Savona

Serata di presentazione del libro
“Alpini e Carabinieri al servizio dell’Italia”

Nella serata di Venerdì 20 settembre 2002, presso il Teatro dei Salesiani di Savona, nell’ambito delle manifestazioni correlate al premio nazionale “L’Alpino dell’anno”, è avvenuta la presentazione del libro: “Alpini e Carabinieri al servizio dell’Italia”, risultato della collaborazione fra il Gruppo delle BENEMERITE dell’Associazione Nazionale Carabinieri (Sez. “Leone Carmana” di Savona) e l’Associazione Nazionale Alpini (Sez. di Savona) e pubblicato dalle Edizioni “Punto e Linea” grazie al contributo della Cassa di Risparmio di Savona.
Dopo una serie di saluti ed interventi da parte dei rappresentanti delle Associazioni promotrici e degli autori, la serata si è conclusa con un’esibizione di “Bel Canto”.
Tutti hanno raccolto calorosi applausi da parte dei presenti: Autorità Civili e Militari, rappresentanti delle altre Associazioni d’Arma, soci e cittadinanza.

Il libro illustra la storia della proficua sinergia tra le sezioni Savonesi delle due Associazioni, nata un paio d’anni fa e proseguita - approfondendosi - fino ad oggi ed allarga i propri orizzonti grazie ad una serie di contributi originali, per lo più di carattere storico. Apprezzabili alcuni articoli del giornalista e studioso Antonio Amodio sulla storia delle due Armi e sulle caratteristiche che le accomunano, un “Intermezzo Partigiano” (risultato delle fatiche dello storico savonese Giovanni Parola), e due tentativi di “microstoria”, operati dal socio simpatizzante ANC Luca Pistone (esperto uniformologo) e dalla Benemerita Giovanna Rolandi (presidente della FIDAPA di Savona e fondatrice di “Spotorno poesia”), basati rispettivamente sui ricordi di guerra e sulle lettere dal fronte di due parenti alpini. Il libro è infine vivacizzato da una ricca e varia iconografia, particolarmente nel sedicesimo centrale, interamente a colori.
Antonio Rossello (dai duplici trascorsi di allievo ufficiale presso la Scuola Militare Alpina di Aosta e di ufficiale di complemento nella Benemerita) e Filippo Rissotto (ufficiale di complemento degli alpini e socio simpatizzante ANC) nelle rispettive Prefazione e Postfazione hanno tentato di inquadrare l’opera nell’attuale contesto storico, civile e sociale.

Alcuni autori e persone presenti hanno rilasciato brevi testimonianze, dalle quali è possibile apprezzare il clima che pervadeva la serata e le motivazioni di chi ha caparbiamente creduto in quest’iniziativa.

Giorgio Calabria, Presidente dell’Associazione culturale savonese “Acropolis”:

“Non è cosa consueta nello stagnante panorama degli eventi cittadini assistere ad una simile iniziativa, in cui alla riuscita sotto l’aspetto organizzativo e di immagine si accompagni un coinvolgimento sul piano emotivo e ideale a testimonianza del forte legame che Associazioni come quelle dei Carabinieri e degli Alpini hanno con la società civile.
Ed è per questo che l’Associazione “Acropolis”, che ha nei suoi ideali fondativi la costante ricerca della più stretta collaborazione tra cittadino e istituzioni, ha accolto con entusiasmo l’invito a presenziare a tutte le manifestazioni fin qui promosse da ANC e ANA.
É nostro auspicio che per il futuro si possano promuovere iniziative comuni su tematiche che coinvolgano a vario titolo le nostre associazioni, nel quadro di una educazione civica che esalti il contributo delle nostre tradizioni e dei nostri valori.”

CLICK per INGRANDIRE (34 KB)La Benemerita Giovanna Rolandi:

“Il libro “Alpini e Carabinieri al servizio dell’Italia” non ha soltanto un significato agiografico ma anche un valore letterario e una forte valenza divulgativa. L’alternanza delle testimonianze storiche e biografiche e di numerosi reperti iconografici ne rendono la lettura facile e il messaggio gradevole. Perché è chiaro, il messaggio c’è ed è quello di esaltare, l’opera di due Corpi, i Carabinieri e gli Alpini, che tanto hanno dato all’Italia. Questo messaggio è emerso forte, carico di pathos in tutte le fasi della serata, dalle parole commosse dei presentatori e degli autori, dai lunghi applausi del pubblico e dalla toccante esibizione lirica.”

Oreste Riva, autore poesia: “CARABINIERI”:

“Sono stato coinvolto nella stesura del libro in modo del tutto casuale.
Ho sempre avuto, sin da ragazzino, il piacere o la mania, comunque la si voglia chiamare, di riportare sulla carta i miei stati d’animo, cercando di impostarli in maniera scorrevole creando una specie di pseudo poesia.
Definisco queste mie composizioni come “Pensieri” perché non hanno la presunzione di essere poesie ma non sono neanche racconti.
Non è stato facile, perché ho sempre avuto grande ammirazione per il corpo dei Carabinieri e quindi nella mia mente c’era un grande accavallarsi di idee, pensieri - alcuni chiari, altri abbozzati - che mi impedivano di seguire un filo logico.
Pertanto ho deciso di scrivere, senza curarmi di seguire una logica, tutto ciò che mi passava per la mente e devo dire che ne è uscito un bel rompicapo.
Poi piano piano, lasciandomi guidare dal sentimento, ho estratto da tutte quelle impressioni ciò che realmente sentivo in quel momento, quello che provavo chiudendo gli occhi e pensando alle divise, agli uomini dell’Arma che avevo conosciuto, al loro comportamento nelle varie situazioni lette sui quotidiani o viste nei telegiornali.
“CARABINIERI” non è stata scritto per piaggeria o per ben figurare, ma rappresenta l’immagine che ho nel cuore e nella mente dell’Arma.”

Filippo Rissotto, autore della postfazione:

“La proficua collaborazione A.N.A. e A.N.C. savonesi ha rafforzato in me la convinzione che queste due associazioni, tanto più se unite, possano fare molto per il nostro Paese.
Di certo già lo stanno facendo, con il loro volontariato, con il loro voler riaffermare Valori apparentemente non al passo con i tempi, ma che prima o poi bisognerà recuperare (magari a costo di qualche riparametrazione), per non ricadere definitivamente nell’ “homo homini lupus”.

Intervenuto in rappresentanza del nostro Presidente Nazionale Gen. Richero (figlio di Alpini), l’Ispettore Regionale Ten. Giovanni Cereda ha evidenziato i molti aspetti comuni di due associazioni, le quali, laddove riuscissero a coordinare i loro sforzi, costituirebbero una forza ragguardevole, soprattutto in senso sociale.
In quest’epoca di grandi cambiamenti, non solo nei rapporti internazionali, ma anche nella vita civile, nei costumi sociali e nelle ideologie politiche del nostro Paese, restano sicuramente dei vuoti che vanno colmati, come dimostrano tutti quei drammi che hanno per protagonisti singoli cittadini che - fino al giorno prima - a parenti, amici e conoscenti erano sembrati in tutto e per tutto persone “normali”.
La speranza è che l’esperienza savonese non resti lettera morta, ma fornisca spunti di coesione e di future collaborazioni per le nostre due associazioni.”

CLICK per INGRANDIRE (82 KB)Il Maresciallo dei Carabinieri in pensione Claudio Jardella così ha commentato la parte musicale:

“In chiusura di serata, abbiamo avuto il piacere di ascoltare un’inedita versione musicale della preghiera “Virgo Fidelis” (*), Patrona dei Carabinieri. Credo che la Preghiera dei Carabinieri non sia mai stata prima musicata o, quanto meno, pubblicata. Mi sono commosso all’ascolto della bella e toccante melodia: meriterebbe di essere conosciuta in ambienti più ampi e qualificati.
Bravo, dunque, al suo compositore, Prof. Giorgio Coggiola di Savona, che ha saputo entrare, con sensibilità, nello spirito di questa “Preghiera” (che ho più voIte recitato durante i miei 36 anni di servizio nell’Arma). Rimarchevole l’interpretazione del baritono Salvatore Salonio, accompagnato dal M.o Riccardo Mitidieri, oltre che per la potenza, anche per il sentimento e l’abilità nel gestire le modulazioni vocali.
Il repertorio della brillante serata prevedeva altri brani, tra i quali: “SIGNORE DELLE CIME” di B. De Marzi. ”

Alla prossima?

CLICK per INGRANDIRE (39 KB)Tanti applausi alla fine. Tanti, quanti il pubblico presente ha potuto tributarne. Chissà che un giorno non possano essere il doppio o, meglio, riempire anche sale più ampie. Certo, sarebbe cosa migliore - per il futuro - che simili lodevoli iniziative fossero pubblicizzate con più anticipo e con migliore e più vasta risonanza dagli enti organizzatori. Non è una critica: perché chi scrive si rende conto che non è facile creare eventi del genere a Savona. E’ solo un auspicio.
Riempita per circa due terzi, la platea del teatro “Don Bosco” offriva un panorama confortante, anche a guardarla dal palcoscenico. A ben pensare, è stato un risultato ragguardevole per una città quasi completamente digiuna di simili eventi.
Non dovremmo fermarci alla stesura di un libro, dovremmo portare la nostra testimonianza alla gente, andare nelle scuole per far conoscere alle nuove generazioni - senza retorica, senza politica, ma con semplicità - quanto è stato fatto dai nostri nonni, dai nostri padri. Questo costituirebbe forse il punto di partenza (piccolo, ma indispensabile) per creare un nuovo senso di appartenenza, un nuovo senso di identità culturale, che a sua volta potrebbe portare a positivi sviluppi nell’ottica di una pacifica convivenza fra popoli e culture diverse.
Sarà un compito realizzabile? Dipenderà molto dalla volontà da parte delle varie Associazioni -già coinvolte o da coinvolgere- a credere in questa formula e a sostenere, sotto l’indirizzo ed il supporto delle Istituzioni, l’impegno che ne consegue. Per ora, accontentiamoci di questa edizione ridotta - per rilievo pubblicistico e territoriale ma non per significato - di un esperimento che da Savona può essere esportato altrove in Italia e diventare esempio per più ampie iniziative a carattere nazionale.

Antonio Rossello
ANC - Sez.“L.Carmana” - Savona


(*) Una copia della versione musicata della “Virgo Fidelis” sarà inviata gratuitamente a quanti la richiederanno al Gruppo Benemerite della Sez. ANC “L.Carmana” Via IV Novembre, 6/2 17100 Savona.


Date e orari delle manifestazioni potrebbero subire variazioni rispetto ai programmi originari su cui sono basate queste pagine. La Società Savonese di Storia Patria non è responsabile delle immagini e dei testi riportati su questa pagina Per informazioni:  Associazione Nazionale Carabinieri Sezione di Savona  - Via IV Novembre 6 - 17100 Savona - Tel. 019 810913 oppure Associazione Nazionale Alpini Sezione di Savona - Via Pia 8 - 17100 Savona - Tel. 019 851608


Alcune immagini sono rielaborazioni di locandine e programmi delle singole iniziative


[ Sitemap | Società | Pubblicazioni | Biblioteca | Conferenze | Mostre | Visite guidate | Altre associazioni | Calendario | New | Links ]


Home copyright
e-mail
Ultimo
aggiornamento:
01/11/02
Logo ANC
Indice ANC
Logo ANA
Indice ANA
SMALP - click per ingrandire

Pagina a cura di
Antonio Rossello 135° - Corso AUC SMALP

e-mail: rosfrum@libero.it