Osteria della Bella Brezza (Angelo Barile)

 


 

Osteria della Bella Brezza (Angelo Barile)

Padre, finita la giornata uscivi
le belle sere
a prendere l'aria di mare. Sedevi
fuori dell'osteria 1 che non c' pi;
che aveva un nome cos fresco, pinto
in azzurro di lettere legger e
sulla bianca maiolica 2. Hanno stinto
il tempo ed il salino
tante in me cose e non quel nome: spira
dal tuo celeste ancora
la bella brezza.

Discendevi su l'ora
che il nostro mare una cara contrada
con tesi teli e fumo di comignoli.
Tra poco, e ancora giorno,
treman sull'acque lumi e nelle case.
Cantan, s remi, amanti.
Navi fanno ritorno,
escono navi dal prossimo porto 3,
van per quieta strada
all'orizzonte che il vespro avvicina.

Andavano, per te, sul mare grande.
Andavano distante
anche i piccoli barchi, e tu con loro.
I capitani della Bella Brezza
rifanno a gara
la traversata, toccando le Americhe.
Tempi di vela! Un palpito di nomi
i pi marini di Liguria... Ognuno
passava al vostro tavolo, beveva
venti sever -
e il goccio d'oro 4 al fiato vespertino.

Veniva alla tua frasca 5
l'umana brezza,
sotto il cielo benevolo il brusio
che fa il paese conciliato a riva.
I cerchi delle donne
che giocavano a tombola con i sassi
tolti alla rena;  i cerchi delle rondini
che stridevano basse
toccavano la testa dei ragazzi,
tutto animava la tua sera. E l'Ave
sul riposo di un popolo che scioglie
la sua gravezza ai margini turchini.

Ora respiri la brezza infinita.

Angelo Barile



1 
l'antica osteria della Bella Brezza esisteva ad Albisola, in vista del porto di Savona ed era il ritrovo di nostromi e capitani della vecchia marina velica: tra questi la frequentava talvolta il padre del poeta.
2 la ceramica, che ha uno dei maggiorni centri ad Albissola, dove lo stesso Barile ne possedeva una fabbrica.
3 il porto di Savona che dista meno di cinque chilometri
4 il vino bianco dal colore giallo-oro, come il nostralino prodotto sulle colline liguri.
5 il pergolato e per estensione l'osteria, che da esso era coperta all'esterno.
(Note tratte dal testo "La Liguria dei poeti" di Francesco De Nicola)

 

 

 

 

Questo materiale scaricato dal sito del comune http://www.comune.albisola-superiore.sv.it/