ELLERA (ENRICO BONINO)

 


 

Ellera:
grappolo di case
affrescate dal sole,
il vino alle facciate
tra verdi persiane spampanate
fa tanto domenica.

Scorre il Sansobbia magro ancora d'acque
tra le verdi colline che dipanano
fra vigneti e castagni;
d'improvviso
rompe un suono argentino
agli alti monti
che disgombrano nubi in Appennino;
le campane che sciolgono preghiera
sopra il borgo inchinato,
giÓ raccolto nel grembo della sera.

Ellera:
grappolo di bimbi
garruli come rondini
sulla piazza che respira dal ponte
la chiara brezza
ch'ai vicoli naviga
come dolce veliero in alte nuvole.

Il mulino si affaccia sopra il cerchio
slargato delle rive
e trema un poco
l'acqua
prima di navigare ai dolci assalti
delle onde tirrene,
indovinate fra colline bionde
ridenti di papaveri.

Ellera:
grappolo di case
verniciate di sole,
del rosso del suo vino,
barbaro sangue ligure.
Ellera aspra
raddolcita
dai Vespri la domenica,
sciolta dolcezza
che langue le vene.

Enrico Bonino


 

 

 

Questo materiale Ŕ scaricato dal sito del comune http://www.comune.albisola-superiore.sv.it/